Bimblioteche

Da settembre le “Bimblioteche”

Un nuovo servizio che coinvolgerà 1.031 bambini

Un libro letto ai bambini come opportunità di crescita.

Oggi, grazie a questo nuovo progetto, le opportunità offerte ai bambini più piccoli aumentano. Bimblioteche si affianca a “Nati per leggere”, progetto attivato dalla Biblioteca e che viene portato avanti oramai da 15 anni, e che promuove la lettura ad alta voce in età prescolare (0-6 anni). Bimblioteche – che verrà attivato a partire da settembre 2016, con l’inizio del nuovo Anno Scolastico, vedrà la creazione di punti-prestito e angoli di lettura presso gli asili nido e le scuole materne, pubbliche e private, del territorio chivassese. Il progetto, che avrà una durata triennale, coinvolgerà 17 scuole, fra asili nido, materne, baby-parking e ludoteche, coinvolgendo un totale di 1031 bambini. Ogni bambino potrà prendere in prestito gratuitamente un libro diverso ogni settimana e portarlo a casa per leggerlo con mamma e papà. Anche l’Ospedale Civico verrà coinvolto, come ha testimoniato la presenza del direttore del Presidio, dottor Alessandro Girardi: un punto di prestito libri è già stato attivato presso il reparto di Pediatria e verrà incentivato anche attraverso questa ulteriore opportunità.

“Questo nuovo progetto – ha detto l’assessore Mazzoli – si basa, come i precedenti, sui risultati di studi scientifici che hanno testimoniato i molteplici benefici che la lettura ha sullo sviluppo del cervello e sulle sfere emotive e relazionali dei bambini”.

Il progetto, come ha spiegato il dottor Ravaglia, è stato sviluppato in un arco temporale di sei mesi circa e vede coinvolti, insieme a “Chivasso – Città dei Bambini” e alla Biblioteca, il Dorss (Centro Regionale di Documentazione per la Promozione della Salute), con la collaborazione di Asl To4 e Ciss e il sostegno finanziario della ditta Eaton, che ha sede in Torino. “Siamo molto contenti di contribuire a questo progetto – ha detto il Dr. Paolo Baretta della Eaton, multinazionale americana con circa 100 mila dipendenti in vari Paesi – poiché coincide perfettamente con l’obiettivo dell’azienda che punta a svolgere un ruolo sociale nel paese dove siamo presenti e nelle comunità in cui operiamo. Ancor più, cerchiamo di prediligere quei progetti che hanno a che fare con la formazione, perché solo la formazione può dare crescita sociale. Credo che i bambini siano il miglior investimento che si possa fare”.

I diversi step del progetto verranno monitorati dall’Università, con la partecipazione della dottoressa Gaia Piccini, specializzanda in “Igiene e Sanità pubblica”.

Il Progetto consiste nell’allestire un angolo di lettura e prestito libri nella classe/sezione frequentata dal vostro bambino. Il servizio è gratuito, grazie al finanziamento della ditta Eaton Corporation che ha coperto tutte le spese.

Gli obiettivi sono: 

  • promuovere la lettura in famiglia, creando una nuova routine. 
  • favorire la familiarità con il libro 
  • porre le basi per la lettura autonoma e al prestito librario 
  • donare un ulteriore mezzo di interazione tra insegnanti, bambini e famiglie.

La lettura ad alta voce è fondamentale perché: 

  • stimola la curiosità, la fantasia, la creatività 
  • crea forti legami affettivi 
  • aumenta la capacità di attenzione 
  • educa all’ascolto

Vi sarà proposto di partecipare attivamente al progetto ‘bimblioteche’ …come?
Chiedete alle vostre insegnanti/educatrici di riferimento oppure scrivete e/o recatevi alla BibliotecaCivica MoviMentebiblioteca@comune.chivasso.it….e 

La vostra collaborazione è molto importante per creare nella quotidianità delle occasioni di lettura ad alta voce.

Buona lettura!!!!

RISPOSTE E DOMANDE SUL PROGETTO “BIMBLIOTECHE”

Visualizza la Fotogallery – Bambini Bimblioteche

Visualizza la Fotogallery – Mazzucchelli Bimblioteche

Visualizza la Fotogallery – Letture in biblioteca della scuola Mazzucchelli