L’inquinamento dell’aria all’interno dei luoghi chiusi

QUALI SONO GLI INQUINANTI PRESENTI NELL’ARIA ALL’INTERNO DEI LUOGHI CHIUSI?

I principali inquinanti presenti nell’aria all’interno dei luoghi chiusi sono la polvere domestica,  muffe, funghi e batteri, composti organici volatili (VOC) tra cui benzene e formaldeide, plasticizzanti (bisfenolo A, ftalati e organo stannici), ritardanti di fiamma (difenil eteri bromurati, tetrabromobisfenolo, esabromociclododecano), preservanti del legno e dei materiali tessili (pentaclorofenolo, tributilstagno, piretroidi), insetticidi (piretroidi, esteri organofosforici, carbammati), fibre minerali sintetiche (lana di vetro e di roccia), policlorobifenili, amianto, radon.

QUALI SONO I POTENZIALI RISCHI PER LA SALUTE?

L’esposizione a muffe, funghi e batteri può causare infezioni respiratorie e sintomi asmatici.

I composti organici volatili (VOC) possono causare irritazioni di naso e gola, nausea e cefalea, sino a danni epatici, renali e al sistema nervoso centrale. Il benzene è classificato come sostanza cancerogena (Gruppo 1 secondo IARC) e oltre all’effetto oncogeno può causare anemia, alterazioni geniche e cromosomiche. La formaldeide può scatenare attacchi d’asma.

Gli insetticidi sono neurotossici e possono causare effetti dalla nausea al coma.

Molti degli inquinanti presenti nell’aria all’interno dei luoghi chiusi sono interferenti endocrini, che possono causare obesità e diabete, effetti sulla salute riproduttiva maschile e disturbi del neuro sviluppo.

L’amianto è causa di asbestosi, mesotelioma pleurico e cancro al polmone.

Il radon è un gas radioattivo naturale ed è classificato come sostanza cancerogena (Gruppo 1 secondo IARC) e può causare cancro al polmone.

QUALI SONO LE CAUSE DELL’INQUINAMENTO DELL’ARIA ALL’INTERNO DEI LUOGHI CHIUSI?

Le principali fonti di inquinamento dell’aria all’interno dei luoghi chiusi sono le normali attività svolte in essi, il fumo di tabacco, la combustione di legna o carbone, l’umidità eccessiva, i materiali da costruzione, gli arredi ed i rivestimenti, le pitture, i prodotti per la pulizia, disinfezione e disinfestazione, nonché l’inquinamento dell’aria esterna che viene intrappolato da parte di pavimenti, pareti, mobili e oggetti.

COSA POSSO FARE PER LIMITARE L’ESPOSIZIONE A QUESTI INQUINANTI?

Preferisci prodotti con il marchio Ecolabel, marchio che certifica i beni che presentano un ridotto impatto ambientale in tutte le fasi del loro ciclo di vita.

Dopo l’utilizzo di pitture e vernici in luoghi chiusi, o dopo l’acquisto di mobili nuovi arieggia bene i locali prima di soggiornarvi.

Riduci l’utilizzo di prodotti per la pulizia e usa qualche rimedio naturale come soda, aceto e sapone di Marsiglia. Ricordati di usare i guanti.

Non fumare all’interno di luoghi chiusi. Ricordati, soprattutto d’inverno, di assicurare frequenti ricambi d’aria.

Per quanto riguarda il radon, se vivi in Piemonte puoi ad esempio consultare la sezione Radon del sito di Arpa Piemonte.